.
Annunci online

 
Lasegretariaperfetta 
[Cave Felis!] In questa casa anche il gatto è nervoso... [Leggere attentamente le avvertenze e le modalità d'uso]
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  MI IMPICCIO DI...

AKAI (Una collega)
CJNZJA
DISASTRO
DUCHESNE
ELASTIGIRL
FAIRYDAWN
FAIRYVISIONS
IL BLOG DI ELLE
LE MALVESTITE
LOUISE
LUI & LEI
MAMMA DA POCO
MAMMA PER SBAGLIO
MICOL
NETTUNO
PASSEROTTA
SASKHA
TALISSIA
VALKIRIA
  cerca



(Jump - Madonna)

*****



*****




"E' una delle grandi difficoltà della vita indovinare ciò che una donna vuole"
(Italo Svevo)

*****



"Perdona i tuoi nemici ma non dimenticare mai i loro nomi..."
(John Fitzgerald Kennedy)

Da quando ho letto questa frase 15 anni fa su una smemoranda non l'ho più dimenticata... ed è diventata uno dei miei "famosi" motti...

*****



"L'essenziale è invisibile agli occhi"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****



"Amare non significa guardarsi l'uno con l'altra, ma guardare ambedue, insieme, nella stessa direzione"
(Antoine de Saint-Exupery)

*****

"Forse non siamo capaci di amare
proprio perchè desideriamo essere amati,
vogliamo qualcosa dall'altro invece di avvicinarci a lui senza pretese e volere solo la sua semplice presenza"
(Milan Kundera)



*****
"Chi se fa l'affari sua campa cent'anni!"
Da ricordare bene, se necessario scriverlo da qualche parte... Quindi ecco qua... Un altro dei miei "famosi" motti...



*****


"Est-ce ma faute si je trouve partout de bornes? [...]
Je cherche un bien inconnu dont l'instinct me poursuit"
(Michel de Montaigne)

*****


Ciò che penso del genere umano potrebbe essere così riassunto:



"Quando Dio ha fatto l'uomo e la donna non li ha brevettati. Così da allora qualsiasi imbecille può fare altrettanto."
(George Bernard Shaw)

"Soltanto l'inutilità del primo diluvio trattiene Dio dal mandarne un secondo."
(Nicolas de Chamfort)

"Non bisogna giudicare Dio da questo mondo, perchè è soltanto uno schizzo che gli è riuscito male."
(Vincent Van Gogh)

"
Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi."
(Albert Einstein)



*****



Chi semina raccoglie,
ma chi raccoglie si china...
... e a quel punto è un attimo...

*****

La tool è tratta da un disegno di Tadahiro Uesugi.
Altre tool interessanti le trovate qui: vale la pena fargli una visita!



*****



*****

DISCLAIMER
Il presente sito non costituisce testata giornalistica, non ha, comunque, carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto, non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7.03.2001. L'Autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. I commenti anonimi e/o offensivi saranno cancellati. Alcune foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarmi per chiederne la rimozione.

 


Heracleum blog & web tools


 

Diario | Le mie ricette | Ridere fa buon sangue... | Cosa accade? | Fregature | Sfoghi | Dovevo fare la shampista | Pillole di Angel | Prima o poi mi sposo (forse) | Scappo dalla città... | Benvenuti al lazzaretto | Convivenza | Da grande farò la ciclista | Deliri da un matrimonio | Dory | Gnomo in arrivo... | Il karma è avverso | In fuga dalla città | I matrimoni degli altri | La collega dei caffè | La collega logorroica | La sindrome di Becky Bloomwood | Me sta a partì l'embolo | Muff | Nata stanca | Non mi annoio mai | Segni particolari | Serate mondane | Sono in forma: tondo è una forma | Una vacanza da dimenticare | Week end |
 
Diario
179610visite.

30 agosto 2011

Inferno: andata e ritorno

Mamma mia quanto tempo è passato…
Quante cose sono successe…
Com’è cambiata la mia vita…
Dall'inferno: andata e ritorno.




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 30/8/2011 alle 12:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

6 ottobre 2010

... E arrivarono alla 23^ settimana...

 

Non è che io non scriva perché non abbia nulla da dire… anzi, di cose ce ne sarebbero così tante che non avrei nemmeno il tempo di metterle nero su bianco.

L’ultima volta che ho provato ad aggiornare il blog – dicendo che stava andando tutto bene – ho ricevuto la telefonata dal centro diagnostico dove avevamo fatto l’amniocentesi.

Così mi sono ritrovata a fissare il monitor con la pagina word mentre un medico  mi informava di aver trovato un’anomalia in un cromosoma del bambino, un’inversione che poteva non essere preoccupante così come avrebbe potuto causare dei rischi…

“Signora, capisce quello che le sto dicendo?”

“Sinceramente… no”  mi sono ritrovata a rispondere ebete con la voce incrinata mentre sentivo chiaramente il sangue defluire dalla testa…

E così, nel giorno in cui avremmo dovuto ritirare dei risultati in cui ci dicevano che era tutto perfetto, ci siamo precipitati a fare la mappa cromosomica per capire se questa anomalia fosse ereditaria o meno.

Credo di non aver mai vissuto un’ ansia simile…

Per sei giorni la nostra vita è rimasta sospesa, per sei giorni siamo stati vicinissimi l'uno all'altra e ci siamo fatti coraggio a vicenda, intervenendo quando l’altro rischiava di cedere al pessimismo.

In quei giorni ho riscoperto l’uomo di cui mi sono innamorata, quello che sa essere presente nei momenti di difficoltà, che sa come parlarmi e come essere forte quando ne ho disperato bisogno.

Dopo quasi una settimana di calvario, in cui si sono alternati momenti di ottimismo, di disperazione e di totale apatia abbiamo ricevuto la risposta.

In quel momento ho sentito come se mi venisse sollevato un macigno dal petto, come se solo allora riprendessi a respirare, come se ci fosse stata data un’altra possibilità. L’anomalia è ereditaria quindi, a detta del genetista, il rischio per il bambino è praticamente nullo…

La scorsa settimana abbiamo fatto la morfologica (inutile dire quanto fossimo tesi) ma è tutto perfetto e lui – ah, non ve l’avevo detto, è un maschietto!!! – ha un musino meraviglioso…

Ormai lo sento muoversi da settimane, è una sensazione indescrivibile, mi estasio a sentire i suoi calcetti e lo perdono perfino quando preme sui miei polmoni lasciandomi senza fiato…

Ho rinunciato a dormire sulla schiena e a mangiare dolci prima di andare a dormire perché si scatena senza tregua facendomi fare dei salti nel letto che non avrei ritenuto possibili… E’ meraviglioso… E ormai non è più nemmeno tanto piccolo con i suoi 27/28 cm di lunghezza.

Dopo 5 anni ci siamo finalmente convinti ad arredare la nostra camera da letto – finalmente ho una cabina armadio! – ed abbiamo iniziato a preparare la cameretta per il suo arrivo. Sono preparativi che mi riempiono di gioia e positività, tutte le mie prospettive sono cambiate, è davvero incredibile quanto un esserino così piccolo riesca a fare…




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 6/10/2010 alle 18:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 agosto 2010

Di riposi forzati e vestiti premaman...

 


Ho passato la scorsa settimana a casa dal lavoro, a riposo, spostandomi dal letto al divano e poi di nuovo dal divano al letto.
Diciamo che le ultime settimane di luglio al lavoro sono state un po’ troppo “intense” ed io, come una stupida, ho voluto star dietro a tutto come se non fossi incinta.
Il risultato è stato qualche perditina (minuscola grazie a Dio), un utero contratto e una cazziata da parte della ginecologa che mi ha trattato come se avessi problemi con il cibo e che per questo non ha messo su ancora un etto.
Così, d’intesa con un marito apprensivo e deciso, sono stata messa a riposo.
Più dal marito che dalla dottoressa, in realtà…
Devo dire che non è stato spiacevole alzarsi con calma la mattina, passare le giornate tra libri e televisione, mangiare in tranquillità a tavola e non davanti ad un computer con il telefono che squilla, fare la siesta dopo pranzo e organizzare i pasti con cura e senza fretta.
Sono rientrata al lavoro lunedì, con mezzo chilo in più (una conquista!), una pancia pronunciata e niente da mettere. Pare che le case d’abbigliamento non prevedano proprio che una donna incinta possa aver bisogno di pantaloni per l’ufficio e che, a parte la pancia, possa restare magra.
In giro ho trovato solo jeans, pantajazz, vestiti gitani, kombat o pantaloni pinocchietto (che non rappresentano esattamente l’abbigliamento ideale per una segretaria perfetta!)… il tutto ovviamente in taglia XL.
A parte questo, aspetto con ansia venerdì, ultimo giorno di lavoro prima delle ferie e poi il 12 agosto, giorno dell’amniocentesi. Non vedo l’ora di togliermi il pensiero e, possibilmente, godermi in tutta tranquillità questa gravidanza.




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 4/8/2010 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 luglio 2010

Mi sento un happy hippo


 

Peso prima della gravidanza: 57,6 kg.

Peso alla dodicesima settimana di gravidanza: 55,6 kg.

Sarà che non tocco alcool da 7 settimane – un periodo lunghissimo per me – e che non ho mai mangiato così sano come ora e per così tanto tempo…
Fatto sta che sono dimagrita e la pancia, che inizia a gonfiarsi, spicca ancora di più.
Intanto io inizio a sentirmi un ippopotamo
Il 6 luglio abbiamo fatto la prima ecografia, è stata un’emozione unica, vedere questo esserino minuscolo di cui però già si distinguono testa, braccia e gambe, sentire il battito del cuoricino (oddio, ma starà mica per scoppiare?!) e notare un movimento quasi impercettibile…
Vedere Angel con un sorriso stampato in faccia e non riuscire a trattenere le lacrime dall’emozione per la consapevolezza che quell’esserino sta davvero crescendo dentro di me…
E’ un miracolo.
Dopo l’ecografia siamo partiti per Ravenna, dalla mia Louise.
E lì, il/la gnappolino/a ha ricevuto il suo primo regalo: un paio di scarpine deliziose… una meraviglia.
La sottoscritta invece ha ricevuto un libro che le fa sentire Louise vicina in questa esperienza nonostante ci dividano più di 400 km (meno male che ci sei!) e un massaggio armonizzante spettacolare.
Inutile dire che siamo stati benissimo tra mare, sole, shopping sulla spiaggia (eh Lou?!??!), e ricche mangiate (che poi io mi sia presentata al ristorante con la mia bottiglia di amuchina per disinfettare il pinzimonio è un altro discorso).
Al lavoro sembra riscoppiato il caos.
Dopo qualche mese di tregua (senza cui non sarei riuscita certamente a concepire) Mr. Ics è stato nominato Amministratore Delegato e il lavoro è aumentato ancora.
Se non ci fosse Dory a combattere insieme a me non so proprio come farei…
Con la nomina di Mr. Ics però qualche vantaggio l’ho ottenuto anch’io: oltre al fatto che adesso appena alzo il telefono tutti si precipitano a soddisfare le mie richieste, ho ottenuto il parcheggio nei posti auto aziendali immediatamente sotto l’ufficio (sembra poco ma quando ti senti un ippopotamo sbilanciato che fatica a camminare non lo è, credetemi)...




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 21/7/2010 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

22 giugno 2010

Nelle puntate precedenti...

 

Che poi in effetti mi sono resa conto che mancano un sacco di novità… Dunque… Facendo un (non) semplice riassunto delle puntate precedenti c’è da dire che sul lavoro la situazione è cambiata completamente.

Agosto - La collega dei caffè emigra per altri lidi professionali lasciandoci in un profondo stato confusionale e la segreteria del Presidente da coprire (oltre alle nostre).

Ottobre - Arriva la nuova segretaria del Presidente. E lei è… uno spettacolo. Avete presente un fumetto? Ecco. Piena di vita, matta da legare, patita per lo shopping “pesante”, simpatica e spiritosa. Abbiamo legato subito. Il suo arrivo porta una ventata di freschezza e novità. Diventa la mia piccola Muff.

Novembre - Uno dei vertici si dimette. Mr. Ics ne assume i poteri e il mio lavoro – già decisamente consistente - raddoppia. Crisi, stress alle stelle e tensione a livelli di allarme mi portano ad accogliere quasi con un sospiro di sollievo la notizia dell’operazione al seno.

Dicembre - Dopo aver sistemato e pianificato il lavoro per la mia assenza, il 14 dicembre entro in sala operatoria pensando che, in ogni caso, mi aspettano giorni di riposo assoluto. Quattro giorni dopo accolgo con una mazza da baseball la mia Louise in un’improvvisata romana… Si è macinata quasi 800 km in 24 ore per vedere come stessi e lavarmi i capelli. E non lo dimenticherò MAI.

Per due settimane la mia vita resta sospesa… fino al 31 Dicembre, quando la senologa mi comunica i risultati dell’esame istologico: NEGATIVO, non è un tumore. Non so neanche esprimere la sensazione di estremo sollievo… praticamente un Nirvana.

Gennaio - La collega logorroica, seguendo il suo capo dimissionario, torna da dove era venuta. Resto sola in segreteria. Il mio lavoro è sempre troppo ma la libertà non ha prezzo. E il silenzio nemmeno. Ora si respira serenità e allegria. L’autista di Mr. Ics – diventato negli anni più un amico che un collega – mi da una mano e insieme ci divertiamo a sovvertire gli equilibri aziendali.

Marzo - Mr. Ics, resosi conto che continuando a fare il lavoro di due persone non durerò ancora a lungo, decide di affiancarmi un’assistente. E arriva Dory. Che dire… con il suo ingresso il quadretto si completa. Divertente e pungente riesce, senza nemmeno rendersene conto, a scaricare una gran parte del mio lavoro, ed alleggerire le giornate e lo spirito. (Non sarà un caso se sono rimasta incinta poco dopo il suo arrivo, no?)

Giugno - Il clima ora è sereno, complice, divertente. Il lavoro non è più così pesante… se mi guardo indietro non riesco a non chiedermi come ho fatto a resistere tanto a lungo… Sarà la ruota che gira, sarà il karma… ma devo dire che finalmente sembra filare tutto per il verso giusto.




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 22/6/2010 alle 16:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 giugno 2010

Ci allarghiamo!

Ma perché le chiamano nausee mattutine se in realtà durano tutto il giorno???

Eh sì, la famiglia sta per allargarsi… io di certo!

L’abbiamo scoperto da quasi 20 giorni e ancora stiamo cercando di realizzare la cosa.

Era voluto, certo, è stato cercato… ma quando abbiamo visto quella linea del test colorarsi così in fretta non riuscivamo a crederci. Continuavamo a guardare il test, poi le istruzioni, poi ci guardavamo con aria interrogativa e stupefatta. Troppo bello per essere vero. Troppo strano. Noi genitori???

O Signore… saremo in grado?

Da quel giorno in poi il mio stomaco è velocemente andato. Bruciori, nausee… e poi una stanchezza infinita, affanno, inappetenza, sonnolenza… insomma, finora la gravidanza è una gran “figata”.

Però poi durante la prima visita la ginecologa mi ha fatto un’ecografia… abbiamo visto un puntino lampeggiante… ci ha spiegato che quello è il battito del bambino… ed è stata un’emozione bellissima...

E' stato in quel momento che mi sono resa conto che c’è davvero qualcosa che vive e cresce qui dentro… e allora chissenefrega dei bruciori, della nausea, della stanchezza… chissenefrega se non riesco più a mangiare o non posso ingozzarmi come prima di porcherie.

E’ proprio vero quello che dicono: conta solo quel fagiolino che dipende in tutto e per tutto da te.




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 19/6/2010 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

31 marzo 2010

Come back!



Cavolo! Torno qui dopo un sacco di tempo e trovo un blog in rovina, in pieno decadimento proprio.

Direi che è ora di risistemare le cose, di fare un po’ di pulizie di Pasqua…




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 31/3/2010 alle 14:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

31 marzo 2010

In Attesa...

Non so dire come mi sento.
Non so fermare le emozioni per analizzarle.
So che mi vogliono operare perchè l'esame citologico non è piaciuto.
So che ho un nodulo con irregolarità nucleari che va tolto e analizzato.
So che nella migliore delle ipotesi sarà qualcosa di benigno e “in situ”… altrimenti son cazzi.
Non so cosa è scritto per me.
Non so cosa succederà. Non so come reagirò.
So però che, per una che pianifica tutto come sono io, questo non era previsto nel mio mondo perfetto.
E questa cosa mi destabilizza. Perchè questa cosa non posso controllarla.
Quando la mattina esco di casa metto una maschera di sorrisi, chiacchiere e battute. A volte me ne dimentico perfino io assorbita da tanta falsità. Quando la sera torno a casa la maschera cade… a volte crollo, altre resto in un imperturbabile stato di attesa catatonica.
Non era previsto, non era contemplato.
Angel è l’unico che vede le due facce, non deve essere piacevole.
Quando mi chiedono come sto mi scappa un sorriso e invece di dire “Oh, potrei avere un tumore…” mi esce un più politicamente corretto “Tutto bene, e tu?” e mi stupisco del modo in cui la mia voce non tradisca emozioni. E’ affascinante.
Qualcuno mi dice di parlare, di non negare, di sfogarmi. Io invece mi chiudo in me stessa e raccolgo pensieri ed emozioni come se fossero una cosa solo mia, profondamente intima che nessuno deve condividere. Perché in realtà sono sola ad affrontare questa cosa. Perchè per quanto mi si dica “conta su di me, qualsiasi cosa ti serva io ci sono”, io sono sola. Nessuno può fare nulla.
Quindi aspetto, cosciente ormai che la vita perfetta come l’avevo sempre immaginata e costruita può crollare da un momento all’altro.




permalink | inviato da Lasegretariaperfetta il 31/3/2010 alle 14:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
ottobre